Alberto Capelli

Chitarrista e compositore di estrazione Jazzistica, si distingue per la grande preparazione tecnico-espressiva e per l’attenzione dedicata alle sue originali produzioni. È capace di passare con disinvoltura, dal Jazz mainstream all’improvvisazione radicale, dal Flamenco più puro alle contaminazioni del rock, del funky, della musica brasiliana e del mondo (rimarchevole la sua militanza nell’Orchestra Andalusa di Tangeri di Jamal Ouassini). Ha suonato fra gli altri con: Massimo Urbani, John Zorn, Joe Baron, Carla Bley, Steve Swallow, Louis Sclavis, Ab Baars, Steve Coleman, Ernst Reijseger, Michael White, Brian Spring, Alan Wilkinson, Ikram Khan, Deobrath Mishra, Mike Patton, Eywind Kang. Ha sviluppato la conoscenza della musica Flamenca suonando tra gli altri con: Charo Martìn, El Londro, David Sanchez, Antonio Rodriguez ” el Chupete”, Manuel Perez, Ana Cali. Ha scritto le musiche per il mediometraggio del regista Mirko Locatelli “Come prima”; per i documentari di Emanuela Audisio su RAI 1 “Le streghe della notte” e “Viet-cong”; per lo spettacolo teatrale “Il grande Viaggio“ di Giuseppe Cederna. Nel 2016 viene invitato al “Festival Internacional de Cartagena” in Colombia con l’ensemble “Ida Y Vuelta” costituito da grandi musicisti da tutto il mondo.

Peewee Durante

Musicista di radice Blues, Jazz, Funk. Al fianco di Bluesman del calibro di Nick Becattini e Rudy Rotta, sviluppa la propria esperienza professionale sui palchi di locali e festival tra i più importanti d’Europa. Ha aperto nel tempo la propria sensibilità musicale all’elettronica, ai synth, e all’utilizzo dei software musicali per la composizione e la ricerca sonora. Quarto classificato nel JAZZ IT AWARDS 2012 nella sezione Hammondisti. Docente di strumento e Mumsica di insieme alla Pistoia Blues Clinics 2017; ocente esterno di musica d’insieme presso scuola statale IPSAR di Pisa 2011. Specializzato nell’uso dell’Hammond, Vintage Keyboards, e Synth. Suona sui palchi più importanti d’Europa (Nattjazz, Lucca Summer, Pistoia Blues, Pala Algida Roma, Forum di Assago per citarne alcuni). Ha all’attivo numerose collaborazioni discografiche e ha suonato tra gli altri con: Tony Scott, Ben E King, Eddie Floyd, The Miracles, Percy Sledge, Martha Reeves, Amiri Baraka, Karima Ammar, Bombino.

Luigi Lullo Mosso

Contrabbassista e bassista elettrico, cantante, attore. Inizia gli studi musicali alla scuola di jazz di Siena continuando come autodidatta. Dal 1991 inizia a suonare diversi stili musicali: jazz, rock, funk, musica etnica, musica improvvisata, musica per il teatro. Nel 1993 si sposta a Bologna dove, con altri giovani musicisti, fonda Bassesfere, una associazione per lo sviluppo della musica creativa e di ricerca. Con questi musicisti inizia a lavorare in diversi progetti: Jorge, Cuboterzo, Specchio Ensemble,Gli Impossibili, Il lungo & il Tappo, Vakki Plakkula. Lavora anche con Paolo Angeli, il gruppo drum’n bass Clangreco, e con la Kletzmer orchestra di Roberto Paci Dalò. Ha suonato con importanti musicisti come Han Bennink, Lester Bowie, Massimo Urbani, Don Moye, Butch Morris, Chris Cutler, Michael White, Paolo Fresu, John Raskin, Tristan Honsinger, Antonello Salis, John Rose, Tim Berne, Steve Lacy. Dal 1994 lavora come musicista-attore per piecès teatrali: ” La Ballata dei Matti” di Lorenzo Buccella, “In Diretta” di Malandrino & Veronica,” Esercizi di Stile” di Disegni & Caviglia, “Patchwork” con il Myoon project group di Adele Madau e Laura Costa, ” La signora Sporca” di Lorenzo Buccella “Picnic” con Terzadecade e Amorevole Compagnia Pneumatica, “Galleria San Francesco” di Tristan Honsinger, e la solo performance “Il Mototrabbasso”. Da qualche anno in tourneè con il Cirko Paniko.

Emanuele Parrini

Violinista poliedrico, è uno dei maggiori rappresentanti contemporanei del suo strumento in ambito jazzistico. Ha collaborato e collabora con: Tony Scott, Cecil Taylor, Amiri Baraka, John Tchicai, Anthony Braxton, William Parker, Butch Morris Orchestra, Marc Ribot, Cameron Brown, Keith Tippet, Ernst Reijseger, Ab Baars, Philippe Catherine, Sadiq Bey, Ensemble Tartit, Louis Bacalov, Franco Cerri, Tiziana Ghiglioni, Enrico Rava, Tiziano Tononi, Giancarlo Schiaffini, Giovanni Maier, Simone Guiducci, Gianluigi Trovesi, Antonello Salis, Maurizio Giammarco, Roberto Gatto e molti altri. È violinista di Nexus, del Dinamitri Jazz Folklore e dell’Italian Instabile Orchestra, con la quale vince il TOP JAZZ 2007 di Musica Jazz come Formazione dell’anno. Molto attivo in studio, con oltre ottanta dischi registrati in Italia e all’estero, ha pubblicato a suo nome diversi dischi tra cui “Rotella Variations” dedicato all’artista Mimmo Rotella, “1974 Io So damn if I know”, “Viaggio al Centro del Violino Vol.1”, “Are You Ready? – Viaggio al Centro del Violino Vol.2”, “The Blessed Prince” e nel 2020 è uscito Digging, Reflection on jazz and blues, live con il musicista Taylor Ho Bynum registrato presso il Centro d’Arte di Padova. Premio Speciale della Giuria Lago Maggiore Jazz 2000 seconda rassegna giovani jazzisti italiani; vincitore del JAZZIT AWARD 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019. Inserito come voce nel Dizionario del Jazz Italiano di Flavio Caprera – Universale Economica Feltrinelli

Filippo Pedol

Musicista eclettico e poliedrico che riesce da sempre a lavorare nei vari campi musicali, facendo di questo il suo punto di forza e di ispirazione, dedito anche alla scrittura e all’arrangiamento. Ha collaborato con molti musicisti dell’ambito jazz italiano (G. Mirabassi, S.Bollani, R. Sellani, S Cantini, F. Bosso, M. Tamburini, P. Odorici, A. Salis, R. Rossi, M. Gianmarco, G. Schiaffini, E. Colombo e altri) e di quello internazionale (Trilok Gurtu,Roswell Rudd, John Taylor, Kenny Wheler, Phil Woods, Lee Konitz, Don Moye, Javier Girotto, Hector Zazou, Hector Martignon, Chicago Underground, Mathias Schubert, Gary Smulyan e molti altri). Ha suonato per due anni nell’Orchestra Galileo di Fiesole diretta dal Maestro Carlo Maria Giulini, successivamente ha suonato in altre orchestre toscane dalla sinfonica all’operistica passando per la musica da camera. Ha tenuto concerti solistici per contrabasso classico accompagnato dal Maestro Massimo Barsotti. Ha collaborato nel mondo del cantautorato italiano con: Jovanotti, Nada, Baccini, Max Gazzè, Allevi, Andrea Bocelli, Morgan, Baustelle, Vinicio Capossela, Francesco Renga Renzo Rubino, Giovanni Caccamo, A. Chimenti, M. Castelnuovo, M. Parente. Ha lavorato con l’orchestra d’archi Oversea specializzata nel lavoro in studio per musica pop, e con l’ORT come bassista elettrico aggiunto. Partecipa a tutti i vari tour di G. Allevi come 1° contrabbasso nell’Orchestra Sinfonica Italiana. Ha al suo attivo più di cento dischi registrati e ha girato l’Italia e l’Europa presso i teatri e i festival di musica più importanti.

Daniele Paoletti

Batterista, dopo il suo percorso di studi, nel 2004 con il “trio formica” con Gabrio Baldacci e Giacomo Riggi, vince il concorso nazionale di esecuzione musicale città di Cento per la sezione “Musica Jazz Ensemble “e l’anno successivo il premio “Incroci Sonori Jazz “nell’ambito dell’ottava rassegna internazionale Moncalieri Jazz. Grazie a questa occasione, ha l’opportunità di aprire il concerto di MaCoy Tyner proprio a Moncalieri. Nel 2006 vince il concorso Barga Jazz sezione Gruppi emergenti con il gruppo “D. Gorgone quartet”. Dal 2007 al 2010 suona nella Magicaboola Brass band al rullante suonando in tutta Italia e all’estero e vincendo nel 2008 il festival internazionale per la musica di strada ad Amorebieta (Spagna). Nel 2010 registra con il gruppo Mr. Rencore per l’etichetta pugliese AUAND il disco “Intollercaos “con ospite Tim Berne e dal 2011 collabora stabilmente insieme all’Orchestrino con Bobo Rondelli.

Claudio Sbrolli

Batterista estremamente versatile con vasta esperienza nella musica jazz, pop, rock, etnica e cantautoriale. Tra i riconoscimenti la vittoria di una borsa di studio completa presso la Saint Louis Music School (Roma), la segnalazione come miglior batterista al TRIMI’S Festival di Bologna e il suo nome tra i 10 migliori batteristi italiani nella classifica del 2012 della rivista Jazzit. Ha partecipato a molti importanti Festivals tra cui Calagonone Jazz, Terni Jazz, Il Moro Jazz, Biella Festival, RaiTrade Festival, Musicultura Festival, Premio Amnesty Italia, Mantova Music Festival, JazzExpo Cagliari, San Marino Jazz Festival, Rassegna Casa del Jazz Roma, Villa Celimontana Jazz&Image, Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, Santa Fiora in Musica e molti altri. Compare in più di 30 incisioni e ha suonato con musicisti come Paolo Fresu, Maurizio Giammarco, John Tchicai, Marco Colonna, Angelo Olivieri, Nico Gori, Pasquale Innarella, Eugenio Colombo, Gabriele Mirabassi, Alberto Popolla, Raf Ferrari, Mirko Guerrini e tantissimi altri. Numerose le sue collaborazioni anche nel mondo del pop (Bobby Solo, Elisa Rossi, Bungaro, Gabriele Ortenzi, Simone Cristicchi tra gli altri).

Samuele Venturin

Artista, musicista e pittore, contadino e costruttore di muri a secco. Fisarmonicista autodiatta, da anni impegnato nelle musiche laterali ai grandi generi, non si è mai identificato in un linguaggio unico. Suona la chitarra che ha studiato con Giovanni Unthembergher, Franco Morone e Fabrizio di Salvo e il basso elettrico. Ha pubblicato decine di dischi utilizzando gli pseudonimi di Amilcare Tellacci e Tonio Manasca. Ad oggi ha composto il repertorio per tre formazioni per una decina di dischi circa. Ha preso parte ad alcuni collettivi impegnati nella ricerca etnomusicologia; ha collaborato con la cantante Caterina Bueno, accompagnandola negli ultimi anni della sua carriera; fa parte del collettivo “SRGmusiche”. Scrive per banda, arrangia, dirige un’orchestrina di fiati e compone per il teatro. Dal 1999 ad oggi ha partecipato a tournée in Italia e all’estero e ha collaborato a diversi dischi. Fa parte del gruppo che accompagna il cantautore Giacomo Sferlazzo ed è bassista nel gruppo ” Primitive Technology” e del duo ZA con Simone Tecla. Nel 2017 pubblica il suo primo disco solista come cantautore col nome di Tonio Manasca.

info@smallboxproduzionimusicali.it
+39 392 4505534